• Contattaci

Alliance française Bologne

Elogio della lentezza

MOSTRA FOTOGRAFICA
ELOGIO DELLA LENTEZZA
Prenez votre temps
di CORRADO FANTI

Inaugurazione giovedì 11 gennaio, ore 18.00
periodo 11 > 25 gennaio 2018
dove Alliance Française di Bologna, via De’ Marchi, 4

L’Alliance ospita la mostra fotografica di Corrado Fanti dal titolo Elogio della lentezza (Prenez votre temps).

“Queste immagini (realizzate con un apparecchio fotografico Rolleiflex degli anni ’60, su negativi analogici) nate “senza intenzione” e al di fuori di uno specifico progetto, come appunti di stati d’animo, si offrono quali metafore di un modo particolare di guardare: sospeso e incantato, col piacere della lentezza in un silenzio libero da pensieri.
“Prenez votre temps” mi fu suggerito da un simpatico francese all’inizio di un mio viaggio e fu bello accogliere l’invito ad una sosta e assaporare il profumo della luce e delle forme del paesaggio di Provenza per scoprire quella bellezza diffusa che, inattesa, ci sorprende quando si cessa di essere turisti – o professionisti – alla ricerca di cose eccezionali, quando tuttavia scontate.
Grato alla Francia per la dolcezza che mi ha donato.”
Corrado Fanti

CORRADO FANTI - Nato bel 1947 a Bologna, dove risiede, autore e studioso della fotografia come espressione artistica, linguaggio e comunicazione, coniuga questa attività con l’insegnamento della filosofia di cui è titolare di cattedra (ora in pensione).
Nei suoi lavori, frutto sia della committenza di Istituzioni culturali, Enti Pubblici ed editori, sia di autonome ricerche, ha presentato attraverso le sue immagini una personale visione critica ed estetica della realtà operando prevalentemente nel campo dei beni culturali, dell’architettura e del paesaggio, nella accezione più ampia del termine.
La produzione di immagini e la direzione si sono costantemente confrontate con lo studio e la riflessione attraverso contributi teorici e didattici, in qualità di relatore e docente in convegni e corsi anche universitari – come professore a contratto – in più di quaranta interventi.
Dell’autore si contano più di ottanta saggi e volumi fotografici, una sessantina di esposizioni fra personali e collettive, lavori per i quali ha ottenuto riconoscimenti a livello europeo.
E’ presente con altri autori in più di cento pubblicazioni ed è citato, fra l’altro, nella Storia d’Italia Annali 20 L’Immagine Fotografica 1945 – 2000, Einaudi 2004.

Perché la lentezza: riflessioni critiche sulla contemporaneità
Da V. Andreoli (psichiatra, presidente del Section Committee on Psychopathology of Expression della World Psychiatric Association), Un secolo di follia, Milano 1991.

«Correre è talvolta l’unica espressione dell’esistere. Non è importante il perché si corre, bensì correre. L’uomo del post-moderno (nel senso di Lyotard – La condizione postmoderna, Milano 1981) corre. Ha la percezione netta di obiettivi concreti e immediati, ma ignora il senso dell’agire e del realizzare. Tutto programmato a “breve termine”, come se il futuro fosse immerso in una grande nebbia. […] Una gara d’atleti senza un traguardo finale. E’ essenziale non interrogarsi, ma muoversi. Con la fobia del pensare»(p. 320 – 321).