• Contattaci

Alliance française Bologne

Gender Bender 2018

Gender Bender è il festival internazionale che presenta al pubblico italiano gli immaginari prodotti dalla cultura contemporanea legati alle nuove rappresentazioni del corpo, delle identità di genere e di orientamento sessuale.

Il festival è interdisciplinare e propone un programma che si articola in proiezioni cinematografiche, spettacoli di danza e teatro, performance, mostre e installazioni di arti visive, incontri e convegni di letteratura, concerti e live set di musicisti e dj, party notturni.

È un modello reale di come le differenze possano dare un contributo concreto alla costruzione di una società più ricca e accogliente sotto il profilo umano, sociale e culturale.

Gender Bender è prodotto da Il Cassero LGBT Center di Bologna.

Fa parte di Bologna Contemporanea, la rete di festival che opera in città con un respiro internazionale.

Ricca la presenza di spettacoli e film di autori francesi e francofoni:

Cinema
Cinema Lumière
26 Ottobre
20:00

prezzo: Intero 7 / ridotto*: 4
DIANE HAS THE RIGHT SHAPE (Diane a les épaules)
di Fabien Gorgeart
(Francia, 2017, 87’)
Diane (Clotilde Hesme) non vuole figli, ma accetta di portare in grembo quello dei suoi amici Thomas (Thomas Suire) e Jacques (Grégory Montel). Una commedia irriverente che affronta con intelligenza il tema della gestazione per altri. Diane è per metà donna-madre e per metà donna libera e indipendente, e come tale sfugge a ogni stereotipo: “è a metà strada tra un’eroina rohmeriana e il tenente Ripley di Alien: è la nostra Sigourney Weaver!” (Fabien Gorgeart).

Danza
Teatri di Vita
26-27 ottobre
21:00

Prezzo: Intero 15 / Ridotto 13 /Studenti Unibo 9
LES ROIS DE LA PISTE
coreografo: Thomas Lebrun
interpreti: Julie Bougard, Thomas Lebrun, Matthieu Patarozzi, Veronique Teindas, Yohann Têté
light design: Jean-Philippe Filleul
sound design: Maxime Fabre
sound editors: Maxime Fabre, Yohann Têté
costumi: Thomas Lebrun
Prima nazionale
In origine fu il funk, a far muovere i primi scatenati passi ai monopolizzatori delle piste in discoteca. Poi fu la volta della disco, dell’house, della techno, del vogueing... Tra studio sociale, omaggio, satira e divertissement, il coreografo Lebrun presenta una carrellata di “animali da discoteca” che hanno solcato le piste da ballo dagli anni Settanta a oggi. Sul dancefloor prende vita una microsocietà che rappresenta se stessa attraverso codici espressivi condivisi.
26 ottobre a seguire: Conversazione con l’artista

Cinema
Cinema Lumière
28 Ottobre
22:00

prezzo: Intero 7 / Ridotto 4
KISS ME
Di Cyprien Vial
(Francia, 2017, 86’)
Prima nazionale
Océanerosemarie (Océan Michel) è un’osteopata lesbica piena di vita, amici ed ex amanti, ma a dispetto dell’immagine dongiovannesca che i suoi cari le attribuiscono, lei sogna il grande amore. Quando incontra Cécile (Alice Pol) decide che è la volta buona, ma dovrà prima conquistarla… La “prima commedia romantica lesbica del cinema francese” (Télérama) è un’esplosione di fuochi d’artificio.


Danza

TEATRO TESTONI RAGAZZI
2-3 Novembre
17:00

prezzo: Intero 12/ ridotto 10/ ridotto famiglie; ridotto studenti Unibo 8
FILLES ET SOIE
Regia e interprete: Séverine Coulon
Coadiuvata da: Jean-Louis Ouvrard
Collaborazione artistica: Louise Duneton
Musiche: Sébastien Troester
Coreografia: Lætitia Angot
Prima nazionale
“Voglio parlare della femminilità e del corpo della donna”: attraverso il suo corpo formoso e un teatro di oggetti, l’attrice e marionettista Coulon rilegge in chiave irriverente le fiabe di Biancaneve, la Sirenetta e Pelle d’asino. Usando come punto di partenza le illustrazioni di Louise Duneton, svela con irresistibile humour e leggerezza l’ossessione per le apparenze che si cela anche dietro i racconti per l’infanzia.
3 Novembre: a seguire conversazione con l’artista

Cinema
Cinema Lumière
3 Novembre
18.00

Prezzo: Intero 7 / ridotto 4
No box for me. An Intersex Story (Ni d’Ève, ni d’Adam. Une histoire intersexe, Francia/Svizzera, 2018, 58’)
regia di Floriane Devigne
ANTEPRIMA NAZIONALE
M ha 27 anni e vive a Parigi. Deborah ha 25 anni e vive a Losanna. Entrambe condividono quello che per la società è ancora un tabù: sono persone intersessuali, ovvero portatrici di una variazione biologica dei caratteri sessuali che rende impossibile definirle univocamente maschi o femmine. Presentato al festival Visions du Réel di Nyon, il documentario di Devigne svela i limiti derivanti da una visione binaria dei generi.

Il ridotto è da intendere per possessori di GB Card, Tessera Arcigay o Lesbiche Bologna, Soci Coop. I SOCI ALLIANCE POSSONO RITIRARE LA GB CARD GRATUITAMENTE PRESSO «IL CASSERO» .