• Contattaci

Alliance française Bologne

Rendez-vous. Festival del nuovo cinema francese

Festival Rendez-vous
appuntamento con il nuovo cinema francese
IX edizione


La nona edizione del festival Rendez-vous - Festival del nuovo cinema francese, organizzata dall’Institut français Italia e dall’Ambasciata di Francia in Italia in collaborazione con Unifrance Films e con il sostegno del Gruppo BNL sarà a Bologna per tanti proiezioni.

Rendez-vous presenta, ancora quest’anno, un ampio panorama di storie e di punti di vista d’autrici e d’autori – emergenti e confermati – che ci offrono uno specchio ingrandito per mirare l’evoluzione attuale della nostra società e suscitare la riflessione e il dibattito – elementi essenziali della nostra identità comune europea.

Un amour impossible V. O sott.
Mercoledì 3 aprile, ore 20.00

Alla fine degli anni Cinquanta, Rachel, una giovane impiegata d’ufficio di una cittadina di provincia, incontra Philippe, un uomo appartenente a una ricca famiglia borghese. Insieme condividono una relazione tanto breve quanto intensa dalla quale nasce una bambina, Chantal. Nei successivi cinquant’anni, le loro vite saranno segnate dall’amore incondizionato tra madre e figlia, dall’amore impossibile di una donna per un uomo che la respinge e dall’amore di una figlia per un padre assente e violento. Catherine Corsini realizza un luminoso adattamento dell’omonimo libro di Christine Angot, facendo di una vicenda intima una storia politica, toccante e sconvolgente, sulle età della vita e l’emancipazione delle donne, che evita qualsiasi sentimentalismo raccontando la complessità delle relazioni con una purezza classica che guarda a Truffaut e Jane Campion.

Les invisibles V. O sott.
Venerdì 5 aprile, ore 20.00

  • Introduce Licia Reggiani (Alliance Française di Bologna)

L’Envol, un centro di accoglienza per donne senza fissa dimora, deve chiudere a seguito di una decisione comunale. Alle assistenti sociali Audrey e Hélène restano soltanto tre mesi di tempo per reinserire, costi quel che costi, le donne di cui si prendono cura. Anche se ciò significa ricorrere a mezzi poco leciti come falsificazioni, raccomandazioni e bugie… Il grande successo dell’anno al botteghino francese è una commedia corale tutta al femminile, che fa ricorso alle armi dell’ironia e della solidarietà per affrontare un tema quanto mai attuale. Un film che sprizza vitalità e verità, un tributo ai più fragili ma anche a tutti coloro che combattono per l’utopia di un mondo migliore. Il motto è: a piccoli passi i sogni possono diventare realtà.

Edmond - Cyrano mon amour V. O sott.
Sabato 6 aprile, ore 20.00

  • Introduce Cristiana De Santis

Dopo il successo al Palais Royal, Alexis Michalik porta sul grande schermo la sua charmante e divertente favola sui capricci della creazione e la frenetica genesi di uno dei capolavori della letteratura mondiale. Parigi, dicembre 1897. Edmond Rostand è un drammaturgo dal talento geniale. Sfortunatamente tutto ciò che ha scritto fino ad ora si è rivelato un flop. Ma grazie alla sua ammiratrice Sarah Bernhardt, incontra il più grande attore del momento, Costant Coquelin (Olivier Gourmet) che insiste nel voler recitare nella sua prossima commedia. C’è però un piccolo problema: Edmond non l’ha ancora scritta e non ha idea di che storia raccontare… L’unica cosa che conosce è il titolo: Cyrano de Bergerac.

Les Confins du monde V. O sott.
Domenica 7 aprile, ore 20.00

  • Introduce Giuliano Berti Arnoaldi Veli (Alliance Française di Bologna)

Indocina, 1945. Robert Tassen (Gaspard Ulliel), giovane soldato francese, è l’unico sopravvissuto ad un massacro in cui ha visto morire il fratello Henri davanti ai suoi occhi. Accecato dalla vendetta, Robert intraprende una ricerca solitaria per scovare gli assassini. Nel suo viaggio spietato e solitario incontrerà l’amore sotto i tratti di Maï, una ragazza vietnamita, e incrocerà Saintonge, un misterioso scrittore che sarà la sua guida, interpretato dall’attore- feticcio di Nicloux, Gérard Depardieu. La guerra coloniale francese come non si è mai vista: un war movie romantico e decadente, caratterizzato dalle immagini crude dei trofei, da ferite e visioni spettrali e con un ossessivo universo sonoro. Presentato alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes.

L’Homme fidèle V. O sott.
Lunedì 8 aprile, ore 20.00

  • Introduce Michela Mengoli (Alliance Française di Bologna)

Otto anni dopo essersi lasciati, Abel (Louis Garrel) e Marianne (Laetitia Casta) si ritrovano al funerale di Paul, il miglior amico di lui. Questo tragico evento si rivela in realtà di buon auspicio: Abel e Marianne tornano insieme.Così facendo, però, suscitano la gelosia di Joseph, il figlio di Marianne, e soprattutto di Eve (Lily-Rose Depp), la sorella di Paul da sempre segretamente innamorata di Abel. Tra commedia e suspense, il secondo film da regista di Garrel, scritto con Jean-Claude Carrière, indaga l’enigma amoroso, con finezza e ironia, cesellando un seducente studio hitchcockiano sui nostri sentimenti più profondi.

Tariffe: dal 1° al 4 aprile - CINEMA DAYS - 3 €
dal 4 all’ 11 aprile - 4,50 € per i soci Alliance per tutti i film delle rassegne «Rendez-Vous. Festival del nuovo cinema francese» e «Cinema del presente, alla francese» (promosso dalla Cineteca).

Maggiori informazioni sulle rassegne Cineteca di Bologna